Corsi anno scolastico 2021-2022

Inizio corsi: settembre/ottobre 2021 (da perfezionare).

7. Dalla DaD (didattica a distanza) alla DDI (didattica digitale integrata)

Corso 07-2021/2022 - Dalla DaD (didattica a distanza) alla DDI (didattica digitale integrata)

Secondo livello, seconda edizione - Codice SOFIA: 87383
Nuove modalità per accompagnare l’attività didattica anche fuori dall’aula scolastica.
DDI
Dall’insegnamento remoto d'emergenza all'insegnamento remoto programmato come integrazione alla didattica in presenza. Didattica mista: equilibrato bilanciamento tra attività sincrone e asincrone.

“La ‘scuola digitale’ non è un’altra scuola. È, più concretamente, la sfida dell’innovazione della scuola.” (dal Piano Nazionale Scuola Digitale).

1- Programma
2- Guida: come iscriverti alla piattaforma 
3- Guida: come iscriversi al corso (solo per iscrizione individuale)
4- Guida: come partecipare agli incontri sincroni
5- Guida: contributo all'associazione (solo per iscrizione individuale)
6- Guida: come allegare copia digitale (solo per iscrizione individuale)
7- ISCRIVITI Allega copia digitale del versamento (solo per iscrizione individuale- prima devi loggarti)
8- Contatti e Assistenza
9- VAI AL CORSO  (disponibile alla data prevista)

1. Dati (da perfezionare)

Codice ANITeL: Corso 07-2021/2022
Codice Sofia: 87383
Destinatari: Docenti e assistenti di tutti gli ordini di scuola, professionisti, educatori e formatori
Iscrizione: individuale o tramite Istituto con convenzione (rete di Scuole - generalmente finanziato dall’Istituto).
Secondo livello
Inizio Corso: settembre/ottobre 2021 (da perfezionare)
Termine Corso: secondo il calendario con possibilità di scadenza massima 30 maggio 2022.
Numero moduli totale: 08 (cadenza settimanali)
Totale ore: 25 di cui 8 per la visualizzazione dei webinar, 8 di ricerca e approfondimento, 8 di produzione elaborati e verifiche, 1 di socializzazione, brainstorming, condivisione e forum, corrispondenti a 1 CF.
E' possibile optare per un percorso alternativo personalizzato che prevede 50 di cui 16 per la visualizzazione dei webinar, 16 di ricerca e approfondimento, 16 di produzione elaborati e verifiche, 2 di socializzazione, brainstorming, condivisione e forum, corrispondenti a 2 CF.

2. Di cosa si tratta?

La Didattica digitale integrata non sostituisce la "didattica tradizionale", ma la affianca utilizzando linguaggi e strumenti più "vicini" agli studenti. Si tratta, in sintesi, di utilizzare strumenti e tecniche innovative capaci di liberare la creatività dell’alunno, razionalizzare e rendere flessibili i tempi di lavoro, potenziare le occasioni di apprendimento. Le nuove tecnologie entrano in classe e supportano la didattica in modo che studenti e docenti interagiscano con modalità didattiche costruttive e cooperative. Si supera, in questo modo l'impostazione frontale della lezione e si favorisce una didattica meno trasmissiva e più operativa.

Vantaggi

§  consente un apprendimento personalizzato per ogni alunno e pone attenzione ai diversi stili di apprendimento degli allievi (soprattutto con gli alunni con BES)

§  consente una maggiore facilità di comprensione degli argomenti poiché l’alunno interagisce con i contenuti in maniera più funzionale alle conoscenze

§  offre la possibilità di fare ricerche in molteplici fonti e/o di condividere i contenuti in tempo reale

§  rendere più autonomi gli studenti nella ricerca di informazioni e nell'organizzazione del lavoro

§  permette il riutilizzo del materiale già «digitale»

§  previene il senso d’inadeguatezza degli alunni e quindi la dispersione scolastica

§  incrementa la motivazione e il coinvolgimento degli alunni

§  trasforma i device in strumenti di apprendimento (tablet, notebook e smartphone a supporto della didattica)

§  nuove modalità d'insegnamento/apprendimento

§  sviluppare nuove competenze e modalità lavorative attraverso l’uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione

§  maggior partecipazione e interesse alle attività didattiche

Svantaggi da superare per il docente

§  adeguarsi a nuovi ruoli professionali

§  superare la propria ritrosia nei confronti di ciò che è nuovo

§  maggior lavoro a casa di preparazione e selezione dei materiali

§  disponibilità di strumentazione idonea

3. Prerequisiti
 - Sapersi orientare in una piattaforma Moodle, utilizzare il forum, inserire o scaricare allegati, partecipare a una video conferenza/webinar.
 - Gestire devices aggiornati fissi o mobile, connessione internet media o veloce, cuffie e microfono.

4. Riferimenti normativi
- Piano scolastico per la Didattica digitale integrata (decreto n 39 del 26 giugno).

Le singole istituzioni scolastiche integrano il proprio piano di formazione, presente nel PTOF, con ogni ulteriore azione formativa derivante dai fabbisogni emergenti dalla comunità scolastica e dal territorio. Al fine di fornire alle scuole un quadro tecnico di riferimento, è in via di predisposizione un documento recante Linee guida per la Didattica digitale integrata, che reca proposte e indicazioni finalizzate alla pianificazione metodologica, funzionale anche alla gestione dell’emergenza sanitaria. Le istituzioni scolastiche sono pertanto invitate ad integrare il proprio PTOF con le opportune indicazioni metodologiche avendo a riferimento le dotazioni tecnologiche, le condizioni di connettività dell’utenza e del territorio, i livelli di competenza degli alunni e del personale, orientando l’accrescimento delle competenze tecniche anche attraverso le azioni formative proposte. Dovrà inoltre porsi particolare cura alla formazione dei docenti, come deliberata dagli Organi collegiali, e del personale ATA, anche attraverso webinar organizzati a livello territoriale, attraverso le reti di ambito per la formazione, integrando i temi formativi già declinati con  appositi approfondimenti sugli strumenti per la didattica digitale, modalità e procedure della valutazione “a distanza”, anche alla luce delle innovazioni metodologiche e strumentali, salute e sicurezza sul lavoro per il personale e per gli studenti in attività didattica “a distanza”. Per i Dirigenti scolastici potranno essere organizzati specifici momenti formativi su Privacy e sicurezza nella Didattica digitale integrata, gestione dello stato emergenziale, gestione delle riunioni e degli scrutini a distanza.

- Linee guida per la didattica digitale integrata (DDI)

il quadro normativo di riferimento

-          come organizzare la didattica digitale integrata
-          l’analisi del fabbisogno
-          gli obiettivi da perseguire
-          gli strumenti da utilizzare
-          l’orario delle lezioni
regolamento per la didattica digitale integrata
metodologie e strumenti per la verifica
valutazione
alunni con bisogni educativi speciali
privacy e sicurezza
rapporti scuola-famiglia
formazione dei docenti e del personale assistente tecnico

5. Competenze generali

  •  pedagogiche, didattico, metodologiche
  • psico-relazionali
  • valutative
  • di innovazione e sperimentazione didattica

Competenze DigComp Edu
1. Impegno professionale
1.2 Comunicazione organizzativa
1.3 Collaborazione professionale
1.4 Pratiche riflessive
1.5 Formazione continua con/sulle Tecnologie digitali
2. Risorse Digitali
2.1 Selezionare risorse digitali.
2.2 Organizzare, condividere e pubblicare risorse digitali.
3. Didattica Digitale
3.1 Progettazione
3.2 Interazione docente-studente
3.3 Collaborazione fra studenti
3.4 Gestione personale dell’apprendimento
4.1 Modelli di valutazione
5. Valorizzare gli studenti
6. Facilitare lo sviluppo delle Competenze digitali degli studenti

6. Obiettivi generali

  • attivare nuovi metodi e nuove modalità d'insegnamento/apprendimento 
  • sviluppare nuove competenze e modalità lavorative attraverso l’uso del digitale
  • organizzare un apprendimento personalizzato
  • favorire i diversi stili di apprendimento degli allievi (e alunni con BES)
  • facilitare una maggiore comprensione degli argomenti
  • stimolare l'autonomia degli studenti nella ricerca e nell'organizzazione del lavoro
  • incrementa la motivazione e il coinvolgimento degli alunni
  • prevenire la dispersione scolastica
  • trasforma i device in strumenti di apprendimento a supporto della didattica
  • permette il riutilizzo del materiale già «digitale»

7. Metodi, ambienti di apprendimento e strumenti per:

  • comunicare
  • fare lezione e approfondire
  • condividere materiali e risorse
  • potenziare esercizi e training
  • assegnare compiti e valutare
  • archivio e repository

A-      Metodi possibili per la DDI

  • Flipped learning
  • Flipped classroom
  • EAS
  • Microlearning
  • modello BYOD (Bring Your Own Device)

B-      Ambienti di apprendimento:
Piattaforme Web online free per attività didattiche (Moodle, Gsuite for Edu, Edmodo, Weschool, ecc.)

C-       Strumenti:
Apps.
Applicazioni per dispositivi mobili e fissi (iOS, Android, Win) integrate in piattaforme online

Risorse OER
Open Educational Resources (materiali didattici prevalentemente in formato digitale resi disponibili con licenze che ne permettono il riutilizzo, la modifica e la distribuzione).

Risorse free per:
Blog e siti web
Lesson plans e rubriche di valutazione
Mappe concettuali
Archiviazione
Presentazioni
Quiz, test e sondaggi
Fumetti e storytelling
Fotoritocco
Mappe e cartine geografiche
Lavagne simulate
Social Network per la didattica
Screencast
Annotazione video
Annotazione testo o immagini
Aggregatori (content curation)
Timeline
Video
Infografiche e poster
Word Cloud
Citazioni
Coding
Avatar
Lavori di gruppo
E-portfolio

8. Modello didattico del corso

Il corso è indicato anche per la preparazione al concorso per docenti delle scuole secondarie di I e II grado. Corso On Demand. Nessuna scadenza della consegna elaborati. L’attestato si genera automaticamente al raggiungimento dei crediti necessari. Nessun obbligo di presenza ai webinar: videoregistrazione e materiali di studio sempre disponibili. Accompagnamento del Docente e di un Tutor per la facilitazione e il supporto alle attività.

Moduli: struttura modulare tematica per un totale di 8 moduli.

9. Ambienti utilizzati per l’erogazione del corso  e per il training individuale o a gruppi:
1- La piattaforma Anitel-fad Moodle (https://www.anitel.cloud/fad) costituisce l’ambiente ufficiale di partenza in grado di tracciare le attività in cui trovare l’implementazione completa del percorso: l’iscrizione al corso, il calendario, la tabella dei crediti, le dispense, le guide, i video tutorial, i forum tematici, il repository degli elaborati, i monitoraggi, il portfolio personale e il registro, la valutazione e la certificazione finale. Le attività sulla piattaforma non sono legate a un orario o a un giorno specifico, consentendo una completa libertà d’azione dagli impegni quotidiani.
2- I
 webinar
 o web conference per gli incontri di introduzione, approfondimento e conclusione di ogni modulo. Potranno essere in diretta o registrati (maggiore libertà nella scelta dei tempi).
3- I Forum
 per il confronto e la condivisione di progetti e risorse.
4- Ambiente per videoconferenze a disposizione per le esercitazioni individuali o di gruppo.
5- Mondo Virtuale 3D  (edu-ANITeL 3D) a disposizione per l’esplorazione e le esercitazioni individuali o di gruppo.
6- Gsuite for Education ANITeL con tutte le Google App e gli ambienti a disposizione per l’esplorazione e le esercitazioni individuali o di gruppo.
7- Sistema VCMS di video content management la gestione delle videoregistrazioni.
Inoltre
Edmodo
Weshool
MoodleCloud - Hosting gratuito per educatori

10. Materiali di studio e risorse:

  • 8 lezioni sincrone e registrate
  • Guide agli ambienti e alle Apps utilizzate
  • Video
  • Dispense e approfondimenti
  • Esercizi e training
  • Verifiche
  • Forum di confronto e condivisione
  • Glossario de corso

11. Il programma in sintesi

MODULO 1 – Usare l’apprendimento ibrido. Contesti e idee pedagogiche.

Evoluzione del concetto di cambiamento didattico.

La didattica integrata, nuova riorganizzazione del tempo-scuola e della formazione.

Nuovi spazi di sicurezza e di netiquette nella relazione di educazione alla cittadinanza.

La classe alternata nell’apprendimento dei gruppi e nell’inclusione.

L’apprendimento esperienziale nelle forme miste.

La Flipped Classroom e gli EAS (Episodi di Apprendimento Situati) e la loro rivisitazione strategica.

Le idee pedagogiche a supporto.

Altri 4 argomenti di approfondimento visibili all’atto dell’iscrizione (elenco riservato agli iscritti).

MODULO 2 – Lanciare nella resilienza la sfida progettuale. Progettazione didattica.

Fondamenti della progettazione didattica nella didattica capovolta.

Riferimenti a Diana Laudrillad.

Learning designer e la progettazione.

Macro-progettazione, Micro-progettazione e Micro-learning.

Gli strumenti veicolari (byod) di accesso alla conoscenza.

L’aggregazione e disponibilità dei contenuti nei modelli di rete.

Dalla macro-progettazione alla micro-progettazione alla disponibilità dei contenuti.

 

MODULO 3 – Creare residenze di appartenenza e campus. Le piattaforme.

La classe in relazione all’uso delle piattaforme on line.

Alcune piattaforme rispondenti ai criteri di sicurezza e di protezione della privacy.

Edmodo, Weschool e altre.

Particolare attenzione per Google classroom nei servizi offerti in ambiente Gsuite.

Utilizzare bacheche per organizzare, condividere, pubblicare, postare commenti e materiali.

Altri 6 argomenti di approfondimento visibili all’atto dell’iscrizione (elenco riservato agli iscritti).

MODULO 4 – Praticare lo spazio conversazionale. Le Webconferencing.

Videoconferenze nel coinvolgimento, nell’apprendimento, nella condivisione, per incrementare il livello conversazionale.

Alcune applicazioni con i requisiti della comunicazione didattica e della partecipazione a distanza: Zoom, Jitsi, Webex ed altre. In particolare Google Meet in ambiente Gsuite.

Le estensioni di Chrome.

Le app per facilitare i compiti.

Vantaggi e svantaggi dei compiti su piattaforma.

La condivisione dei compiti in Gsuite.

Google Sites: sito, repository per la classe in ambiente Gsuite.

MODULO 5 – Dare rappresentazione e voce alle finestre. Mappe, Audio e Podcast.

Le mappe e i framework concettuali.

Altri 10 argomenti o Apps di approfondimento visibili all’atto dell’iscrizione (elenco riservato agli iscritti).

Mappe specifiche per mobile.

Audio e video interattivi in didattica.

Audio e Podcast: Altri 8 Apps e ambienti visibili all’atto dell’iscrizione (elenco riservato agli iscritti).

Scaricare musica ed effetti sonori free. Audiolibri.

Scaricare immagini free.

Apps per registrare le lezioni.

MODULO 6 – Produrre interattività e visione. I video.

I video nella didattica flip. Caratteristiche elettive per i video.

Altri 9 argomenti di approfondimento o Apps visibili all’atto dell’iscrizione (elenco riservato agli iscritti).

Creare video partendo da un .ppt.

Sottotitolazione video.

Reperire video didattici.

MODULO 7 – Generare strumenti di orientamento e di aspettativa attiva. Dai compiti agli strumenti di valutazione.

Job Aids e didattica orientata.

I compiti di realtà. I compii autentici.

Le rubriche valutative come formative assessment nella didattica autentica.

Le competenze.

I moduli di Google

Altri 5 argomenti o ambienti di approfondimento visibili all’atto dell’iscrizione (elenco riservato agli iscritti).

Creare rubriche in Google Classroom nell’assegnazione dei compiti.

MODULO 8 – Giocare, ideare per valutare. Flashcard e videogiochi come laboratori per sostegno e verifica dell’apprendimento.

Il problem solving e le strategie di pensiero.

La valutazione sotto forma di game.

2 argomenti di approfondimento o ambienti visibili all’atto dell’iscrizione (elenco riservato agli iscritti).

 Valutazione, autovalutazione e giochi interattivi.

Altri 5 argomenti di approfondimento o Apps visibili all’atto dell’iscrizione (elenco riservato agli iscritti).

Uno spazio virtuale per la classe per fare, comunicare attraverso gli avatar (elenco riservato agli iscritti).

Materiali di studio e risorse:

·                    8 lezioni sincrone e registrate

·                    Guide agli ambienti e alle Apps utilizzate

·                    Video

·                    Dispense e approfondimenti

·                    Esercizi e training

·                    Verifiche

·                    Forum di confronto e condivisione

·                    Glossario de corso


Modalità di valutazione e attestato

Sarà utilizzata una griglia perla valutazione di ciascuna  attività  esposta  all’interno  della  piattaforma.  La certificazione del superamento del corso avverrà a fronte del 60% dei crediti assegnabili. Emissione di attestato riconosciuto come Ente accreditato per la formazione dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca con Prot. n.  AOODGPER. 15315 del 27  luglio 2007. Le ore attestate sono riconosciute nel monte ore di formazione.

IL CALENDARIO e TABELLA VALUTATIVA. Soggetti a ulteriori aggiornamenti
Da individuare
Registrazione degli incontri per recuperare un'assenza o per approfondimenti. Ambiente di erogazione dei webinar sincroni: https://meeting.anymeeting.com/corsianitel1
Il calendario e la tabella di valutazione sono reperibili anche all’interno del corso e soggetti ad aggiornamenti.

Info e guide
Contatti: anitel@anitel.it  cell. e WhatsApp 3397114535
Guida generale: versione digitale >>

Iscrizioni
A-individuale: contributo all’Associazione di € 70,00 con carta del docente o bonifico. Allega copia digitale del buono o del versamento dal punto 7- ISCRIVITI Allega copia digitale del versamento (prima devi loggarti).
B-in gruppo con Convenzione d’Istituto: contattaci al 3397114535 (cell. o WhatsApp) per stipulare la convenzione e concordare il contributo oppure tramite e-mail >> (solitamente finanziato dall'Istituto).

1- Programma
2- Guida: come iscriverti alla piattaforma 
3- Guida: come iscriversi al corso (solo per iscrizione individuale)
4- Guida: come partecipare agli incontri sincroni
5- Guida: contributo all'associazione (solo per iscrizione individuale)
6- Guida: come allegare copia digitale (solo per iscrizione individuale)
7- ISCRIVITI Allega copia digitale del versamento (solo per iscrizione individuale- prima devi loggarti)
8- Contatti e Assistenza
9- VAI AL CORSO  (disponibile alla data prevista)